slide image

Regionali: grande prova di squadra

Skating Club Rovigo sul terzo gradino del podio al campionato regionale giovanile su pista. Classificatosi alle spalle del GS Scaltenigo e Pattinatori Spinea, la formazione verdeblu è scesa in pista a Noale (Ve) sabato 14 sotto la guida dei tecnici Roberta Ponzetti e Filippo Mirandola ed ha arricchito il suo medagliere con un oro ed un argento conquistato da Marco Giandoso . Tre le gare a disposizione di tutti gli atleti: quella di destrezza, un percorso di ability al fine...
Leggi tutto..

slide image

Bravi i debuttanti ai Provinciali

Bene la “prima” domenica 18 marzo eccezionalmente al Pattinodromo Ponzetti di via Malipiero. Il Campionato interprovinciale Rovigo-Verona, a causa del maltempo che ha fatto rivedere il programma gare, è stato spostato per la fase su pista al coperto, mentre sono state rinviate a data da destinarsi quella su strada. Per quanto riguarda il Polesine, nella classifica società il nostro club si è imposto con 99 punti davanti  a Roller Club Lendinara (48) e Polisportiva Lusia (9). Ottima la nostra prova...
Leggi tutto..

slide image

Gavello: terza scuola fuori città

2018 con grandi novità sul piano sportivo a Gavello: partirà martedì 9 gennaio il corso di pattinaggio in linea proposto dallo Skating Club Rovigo. I corsi, realizzati in collaborazione con la Polisportiva Csi, si terranno due volte la settimana, il martedì ed il venerdì, dalle ore 16,30 alle 17,30, all’interno della tensostruttura nell’area sportiva di via Pietro Nenni, offrendo a bambini e ragazzi una nuova opportunità per praticare sport in paese. Infatti l’attività è possibile dai 4 anni in poi...
Leggi tutto..

Anni 80 tra alti e bassi

PDFStampaE-mail

Giampaolo Parini vince l'ultimo titolo nel 1981, ma l'anno dopo, deluso dalla scarsa se non nulla considerazione da parte della nazionale appende i pattini al chiodo. Cala il sipario su un atleta eccezionale, capace di vincere ben tre titoli assoluti nei 10 mila su strada allenandosi con tanti compagni di squadra in un periodo in cui l'anello asfaltato del Pattinodromo di via Malipiero è frequentato anche dagli altri club polesani dei dintorni.

Un po' alla volta lo seguono quasi tutti gli altri ottimi atleti di quella che fu una nidiata eccezionale e che visse il primo stravolgimento tecnico nel pattinaggio con le ruote da strada di varie misura, forme e dimensioni. Gli ultimi acuti di un gruppo eccezionale li mette a segno Roberta Ponzetti che - allenata da Giampietro Parini - nel 1981 vince l'argento alla finale nazionale dei Giochi della gioventù a Roma.

Salgono comunque alla ribalta Carlo e Paolo Schiesari, Susy Zanella, Simona Vanzan, Daniele Stievano, Paolo e Monica Signorin che a fianco di Alberto Borella continuano a far ben figurare il club. Idem Nicola Traina che ben si comporta ai Giochi della gioventù nazionali a Lecco. Roberto Galuppo diventa presidente per un biennio passando il testimone a Sergio Rampulla nel 1982.

Nel 1985 muore Arturo Ponzetti e la corsa arranca. Comunque alla prima edizione del Memorial, il 22 settembre 1985, la squadra allenata da Paolo Ponzetti si presenta con Simone e Davide Rizzo, Andrea Sivieri, Monia Boaretto, Paolo e Andrea Ramazzina, Nicola Traina, Giampaolo Guarese, Daniel e Tomas Stocco, Alberto e Damiano Toniolo, Paolo Schiesari che ben figurano.

Non manca l'entusiasmo, il Comune finalmente realizza la pista piana all'interno dell'anello asfaltato del Pattinodromo di via Malipiero e questo rappresenta un trampolino di lancio essendo da tempo inutilizzabile l'impianto del Don Bosco. Dopo un lungo digiuno Sivieri riporta in città ben due titoli regionali negli Esordienti e, sempre nel 1986, è secondo al Gran premio giovani di Imola nei 100 a cronometro. Inoltre, insieme ad Alberto Toniolo veste la maglia del Veneto alla Coppa Italia di Jesi. A ottobre Livio Stocco assume la presidenza del club, la società si assesta e Roberta Ponzetti, affiancata da Katia Stocco, diventa l'allenatore.

La squadra cresce anche per l'arrivo di nuove leve come Caterina Zanca e Nicoletta Montagnolo. Siamo nel 1987: il Coni nazionale conferisce allo Skating Club Rovigo la Stella di bronzo, mentre il Comune realizza gli spogliatoi e copre la pista piana.

Alla fine del decennio la corsa riparte con rinnovato entusiasmo, Sergio Rampulla nell'88 torna alla presidenza a il settore si consolida e per la prima volta punta l'attenzione fuori dai confini comunali. Entusiasmo, impegno, disponibilità e passione permettono di aprire le scuole di pattinaggio fuori città, Fratta Polesine e Canaro sono le prime fortunate esperienze.

C’è qualche problema con l’anello del Pattinodromo perchè manca la cordonata in cemento e le erbacce "divorano" l’asfalto. Così gli allenamenti sono effettuati in parcheggi di città e dintorni, disagi che comunque non diminuiscono l’impegno e la partecipazione con soddisfazioni all’attività agonistica.