slide image

Benedetta Rossini: campionessa esemplare

  Protagonista assoluta della stagione, all’indomani della conclusione del campionato Europeo relativo alle categorie Allievi, Junior e Senior svoltosi a Ostenda, in Belgio dal 17 al 24 agosto, neo vicecampionessa continentale sui 200 metri su strada, è Benedetta Rossini atleta 24enne, ravennate, studentessa di Medicina all’Università di Bologna, in forza allo Skating Club Rovigo dalla stagione scorsa.  Da quanto tempo sei nel mondo del pattinaggio? Nasco in realtà già pattinatrice da tre generazioni, ho iniziato molto piccola a cinque anni. Un’annata sportiva da incorniciare,...
Leggi tutto..

slide image

Italiani da incorniciare

La spedizione dello Skating Club Rovigo al Campionato italiano di pattinaggio corsa su strada a Cassano d’Adda rimarrà indimenticabile per i due titoli assoluti conquistati da Benedetta Rossini e Mattia Diamanti nei 100 metri, ma è stata di altissimo livello anche per le prestazione dei compagni di squadra dei due campioni. La conferma giunge dal fatto che la formazione guidata da Roberta Ponzetti è giunta 15esima con 447 punti in una classifica condotta dalla Mens Sana Siena e che ha...
Leggi tutto..

slide image

Scatta la nuova stagione: via ai corsi

Skating Club Rovigo ai blocchi di partenza per la stagione 2018/2019. Due grandi appuntamenti connoteranno l’inizio della nuova annata sportiva: lunedì 3 settembre a partire dalle 17.30 ouverture dei corsi della scuola di pattinaggio al Pattinodromo delle Rose Adriatic LNG che ospiterà tutti gli atleti delle scuole di pattinaggio, una formula di benvenuto con format giocoso con partecipazione anche dei genitori. I corsi di avviamento e perfezionamento avranno cadenza bisettimanale, sempre nell'impianto di via Bramante, quartiere Commenda a lato del...
Leggi tutto..

STORIA 2011-2020

PDFStampaE-mail

Il 2011 è l’anno del 50esimo anniversario del club e l’intera annata è proiettata all’appuntamento clou ad inizio dicembre con la cerimonia-festa al Censer.

La società si presenta al grande evento con sforzi notevoli sul piano organizzativo, ma continuando con grande impegno l’attività promozionale e agonistica su vari fronti, compreso quello di Villadose dove, “assorbiti” atleti e dirigenti, si continua con i corsi per rinverdire la tradizione.

Ai provinciali su strada a Villadose la squadra si presenta con ben 50 atleti (record mai toccato né prima né dopo) seguiti da uno staff di valore.. C’e’ anche un’altra grande novità grazie all’instaurata collaborazione con la società veronese del Noi Pattinaggio Bovolone che trasferisce ben quattro propri valorosi atleti allo Skating Club Rovigo. Il matrimonio da subito frutti eccelsi: Lorenzo Cabrini vince a Senigallia il bronzo tricolore nei 200  cronometro categoria Ragazzi su pista e pochi mesi si supera a San Benedetto del Tronto vincendo il titolo su strada. Al suo fianco c’è Riccardo Passarotto la cui ascesa di velocista di razza non conosce soste: vince tre titoli italiani (300 a cronometro su pista, 200 a cronometro e 500 sprint su strada) e così si conquista la convocazione per gli Europei giovanili nelle Marche. E’ un trionfo e per la prima volta un atleta dello Skating Club Rovigo conquista un titolo continentale: i 500 metri su pista a Pollenza con bis pochi giorni dopo nei 200 metri su strada a Macerata impreziositi dall’argento nei 300 su pista e il bronzo nei 100 su strada. a Pollenza. La squadra è compatta con i vari Nicola Battocchio, Giulia Bertaglia, Manuel e Giada Giandoso, Eugenia Frezzato e Linda Ferro, Lorenzo Cabrini, Niccolò Passarini, Antonino Cicchelli, Elena e Giovanni Arzenton e poi tanti giovani pattinatori che scalpitano nelle categorie inferiori.

Risultati eccezionali che conducono con entusiasmo alla Festa per il 50.anniversario. Una cerimonia memorabile nella Sala Rigolin, guidata con maestria e professionalità da Roberto Roversi. Apre il giornalista Maurizio Romanato che presenta il libro sui 50 anni di storia realizzato da Paolo Ponzetti, con la collaborazione di Federico Brancalion e Digital Ink. Una volume con foto, testi, curiosità, notizie e aneddoti che parte dai precursori degli anni 20-30, quindi i valorosi degli 50 e tutti i protagonisti dei 50 anni di storia della società: alteti, tecnici, dirigenti.

Sul palco del Censer salgono volti noti e meno noti ai protagonisti di oggi, ma ci sono tutti dal primo presidente Alberto Vallini affiancato da don Giacomo Prandini sino ai piccoli atleti. Una passerella suddivisa per decadi con la premiazione dei personaggi più rappresentativi innanzi una sala gremita con un parterre di autorità eccezionali.

In archivio la festa l’attenzione si sposta al Pattinodromo delle Rose:. Ora c’è tutto: progetto, terreno, gran parte dei finanziamenti, impresse costruttrici. Il  18 luglio 2012 si scrive una delle pagine memorabile della società e pensiamo dello sport polesano: apre il cantiere con l’ingresso nell’ampio spazio verde di Largo Atleti Azzurri d’Italia di uomini e mezzi dell’impresa Dossi. I lavori procedono celermente e un anno dopo, nell’agosto 2013 le tre piste sono perfettamente agibili e funzionanti ed iniziano a sfrecciare i pattinatori tra l’emozione e la gioia dell’intero club. Nel frattempo apre il cantiere per la costruzione di spogliatoi, club house e servizi.

Sul piano agonistico non mancano le soddisfazioni. Una squadra ampia e completa diventa una delle migliori forze del Veneto ed entra stabilmente nella top 25 del rotellismo nazionale e anche nel 2012 non manca l’acuto con Riccardo Passarotto che vince il tricolore nei 200 a cronometro su strada a Pordenone dove Lorenzo Cabrini si conferma ad altissimi livello vincendo l’argento nella stessa gara degli Allievi.

Cresce la squadra, cresce la struttura dirigenziale-organizzativa guidata dal presidente Federico Saccardin e nel 2013 arriva il più prestigioso riconoscimento per una società sportiva: il Coni nazionale assegna allo Skating Club Rovigo la Stella d’oro per Meriti Sportivi, una gioia immensa che i protagonisti di oggi condividono con quanti hanno scritto la storia del club. Il 2013  è l’anno del veronese Lorenzo Cabrini che vince l’argento tricolore nei 300 a cronometro Allievi su pista e il bronzo nei 200 su strada. Alle sue spalle c’è una squadra completa, finalmente presente in tutte le categorie  e ormai divenuta solida realtà. L’apertura delle tre piste del Pattinodromo delle Rose permette di crescere ancora e di organizzare la 28esima edizione del Memorial Ponzetti nel nuovo impianto con un appuntamento a carattere nazionale. Un successo con la cerimonia di presentazione dell’opera e la soddisfazione di vedere un impianto proprio molto apprezzato e funzionale.

(storia da completare)