slide image

Benedetta Rossini: campionessa esemplare

  Protagonista assoluta della stagione, all’indomani della conclusione del campionato Europeo relativo alle categorie Allievi, Junior e Senior svoltosi a Ostenda, in Belgio dal 17 al 24 agosto, neo vicecampionessa continentale sui 200 metri su strada, è Benedetta Rossini atleta 24enne, ravennate, studentessa di Medicina all’Università di Bologna, in forza allo Skating Club Rovigo dalla stagione scorsa.  Da quanto tempo sei nel mondo del pattinaggio? Nasco in realtà già pattinatrice da tre generazioni, ho iniziato molto piccola a cinque anni. Un’annata sportiva da incorniciare,...
Leggi tutto..

slide image

Italiani da incorniciare

La spedizione dello Skating Club Rovigo al Campionato italiano di pattinaggio corsa su strada a Cassano d’Adda rimarrà indimenticabile per i due titoli assoluti conquistati da Benedetta Rossini e Mattia Diamanti nei 100 metri, ma è stata di altissimo livello anche per le prestazione dei compagni di squadra dei due campioni. La conferma giunge dal fatto che la formazione guidata da Roberta Ponzetti è giunta 15esima con 447 punti in una classifica condotta dalla Mens Sana Siena e che ha...
Leggi tutto..

slide image

Scatta la nuova stagione: via ai corsi

Skating Club Rovigo ai blocchi di partenza per la stagione 2018/2019. Due grandi appuntamenti connoteranno l’inizio della nuova annata sportiva: lunedì 3 settembre a partire dalle 17.30 ouverture dei corsi della scuola di pattinaggio al Pattinodromo delle Rose Adriatic LNG che ospiterà tutti gli atleti delle scuole di pattinaggio, una formula di benvenuto con format giocoso con partecipazione anche dei genitori. I corsi di avviamento e perfezionamento avranno cadenza bisettimanale, sempre nell'impianto di via Bramante, quartiere Commenda a lato del...
Leggi tutto..

I più veloci d'Italia

PDFStampaE-mail

Lunedì 24 Aprile 2017 18:41

I più veloci pattinatori italiani vestono la maglia dello Skating Club Rovigo: Benedetta Rossini e Mattia Diamanti hanno vinto la medaglia d’oro al Campionato italiano di pattinaggio corsa su strada che si conclude oggi a Cassano d’Adda, nel Milanese. É stata una doppietta esaltante quella firmata dai due atleti rodigini, inattesa ed emozionante, cercata ma non scontata. Anzi.
Teatro delle loro prodezze è stata la striscia d’asfalto dove sono state ricavate le due corsie a ridosso del Pattinodromo di Cassano, 100 metri in una leggera discesa che hanno messo ancora di più a dura prova gli atleti allenati da Roberta Ponzetti e guidati in Lombardia anche dal diesse Michele Santato.
Benedetta Rossini, è partita con il compito di difendere il titolo vinto nel 2017, ma questo non ha condizionato la 24enne studentessa universitaria ravennate che turno dopo turno ha dimostrato grinta, umiltà e determinazione sotto gli occhi del papà-allenatore Stefano Rossini. Nei quarti Benedetta ha eliminato Valentina Buccolini (Juvenilia Pollenza) con l’ottimo tempo di 10”869, quindi in semifinale ha compiuto il capolavoro bloccando le velleità della nazionale Giulia Bongiorno (Gs Scaltenigo) con 10”848 contro 10”924. Finalissima tutta polesana, come nel 2017 ad Asiago, con Benedetta Rossini che, impeccabile, ha battuto Alice Fracassetto (Polisportiva Lusia) con 10”884 contro 10”933. Incontenibile l’entusiasmo per il successo di un’atleta-modello, stimolo per i compagni e sicuramente grande orgoglio nel vederla difendere con impegno e passione la maglia dello Skating Club Rovigo.
Con le lacrime agli occhi per il successo di Rossini la grande famiglia Skating Club Rovigo (presenti a bordo strada anche i vicepresidenti Paolo Ponzetti e Giuseppe Franco a fianco di atleti e genitori dei ragazzi) ha palpitato per la finalissima di Mattia Diamanti. Il 23enne di Barbona è giunto all’epilogo con un crescendo continuo e una convinzione inscalfibile frutto del lungo lavoro effettuato da ottobre in poi con l’allenatrice Roberta Ponzetti, il preparatore atletico Paolo Negrini e il sostegno dei meravigliosi compagni di squadra e dell’intero club. Ha “aperto” i 16esimi con 10”073, negli ottavi ha eliminato il temibile Giacomo Serena (Casier Treviso) con 9”946 contro 10”380 e nei quarti si è migliorato ancora con 9”860 battendo Alessandro Mataloni (Skating Jesi) fermo a 10”196. Sempre più determinato in semifinale ha bloccato il cronometro sul 9”871 eliminando così Matteo Barnabei (Noale) a 10”032. Ultimo atto, atteso un anno, studiato alla perfezione e costruito superando un gravissimo infortunio patito a fine maggio. Sfida contro il torinese Enrico Salino fresco di partecipazione ai Mondiali in Olanda. Ma Diamanti non ha lasciato scampo all’avversario e il suo urlo liberatorio sull’arrivo è stato uno dei momenti più emozionanti della storia dello Skating Club Rovigo: 9”937 contro 10”033. Verdetto netto, inequivocabile che ha fatto scoppiare l’entusiasmo e riempito di gioia il silenzio irreale che aveva accompagnato i minuti precedenti lo start.
«É stata una giornata indimenticabile - commenta il vicepresidente Paolo Ponzetti - ragazzi e staff sono stati bravissimi, impeccabili, come tutti coloro che permettono a questi ragazzi di allenarsi e crescere giorno dopo giorno al Pattinodromo delle Rose. Benedetta e Mattia hanno offerto prestazioni di altissimo livello, senza alcuna sbavatura. Segno che la preparazione è stata impeccabile e costruita con intelligenza e professionalità. Quello di Cassano d’Adda è stato un risultato storico, mai la nostra società- da quando è stata fondata nel 1961 - aveva conquistato due titoli italiani nella stessa giornata. Siamo soddisfatti, orgogliosi e non finiremo mai di ringraziare questi due splendidi atleti e studenti universitari di altissimo valore e che compiono sacrifici notevoli per essere a questi livelli».
Non bisogna dimenticare che nella stessa gara di Mattia Diamanti si è espresso ad altissimi livelli anche Giovanni Arzenton. Il 19enne rodigino è giunto 11esimo, fermato agli ottavi di finale da Salino che poi in finale ha conteso il titolo a Diamanti. Insomma, un risultato di grande prestigio. 

 

Mattia Diamanti nella cronometro su pista

  

 

 

Bene Santato e i super master

PDFStampaE-mail

Domenica 04 Giugno 2017 19:13

 

Rush finale per l’attività agonistica dello Skating Club Rovigo. Sabato e domenica scorsi (14 e 15 ottobre) si è svolta San Nicolò a Tordino (Teramo) la finalissima dei circuiti, una competizione nazionale suddivisa in tre delegazioni extraregionali: il nord-ovest facente parte del cosiddetto CNO, il nord est con il GPG ed il centro e sud Italia con il CCI. Inarrivabile come ormai di consueto nell’ultimo lustro il CNO (con 433 punti in classifica finale), con secondo il GPG (317) e terzo il CCI (309). Della delegazione GPG ha partecipato dello Skating Club Rovigo Filippo Santato (cat. Ragazzi), mentre l’altra qualificata Matilde Crivellari, non ha potuto prendere parte alla prestigiosa trasferta a causa di sintomi influenzali proprio il giorno antecedente alla partenza.

Sul fronte master, altro impegno per l’ormai consolidata coppia Desiana Caniatti e Paolo campi, di scena questa tornata alla Ultraroller di Castellon de la Plana, vicino a Valencia, in Spagna. Una 100 km molto dura dove i due portabandiera verdeblù hanno gareggiato in classifica unica con la categoria Senior. Il percorso si è articolato in un circuito di circa 8 km con molteplici curve in ambo le direzioni che hanno cagionato problematiche muscolari e indolenzimento ai piedi a causa delle condizioni dell’asfalto, senza comunque mai mollare. Risultato finale che conta una settima posizione per Desiana Caniatti, sedicesima per Paolo Campi. “Siamo orgogliosi nonostante tutto in quanto siamo gli unici ad aver portato a termine due gare di 100 km nel giro di quattro mesi, dato che in giugno abbiamo partecipato anche alla Rollathlon in Francia”. Con questa trasferta spagnola, la master ferrarese da più di un anno nelle fila dello Skating Club Rovigo ha scalato inoltre la classifica femminile del Pro Roller Tour Mondiale, passando in 24esima posizione su 350.

Infine, quanto alle attività non agonistiche, bellissima manifestazione quella che ha reso protagonisti una quarantina di pattinatori domenica 15 lungo le vie del centro cittadino. All’interno della manifestazione IT.A.CA, il festival del turismo responsabile, nella domenica d’autunno del FAI, grazie al supporto della Fondazione Banca del Monte e a preziose e preparate guide Irene Malin e Nicolò Franco si è compiuta una passeggiata sui pattini nella storia della Rovigo medievale e sul “Percorso Milani”, riscoprendo il gusto storico della città delle rose e di uno dei maggiori esponenti artistici del capoluogo polesano. Esperienza da ripetere.

 

filippo santato mena castagnaro 2017 min

 
 

Memorial Ponzetti: poker di Siena

PDFStampaE-mail

Martedì 18 Aprile 2017 19:14

Poker di Siena. I campioni dItalia della Mens Sana hanno vinto per il quarto anno consecutivo il Memorial Arturo Ponzetti - Trofeo Asm Set. Al termine di una splendida giornata di gare di pattinaggio in linea che ha avuto una cornice di pubblico eccezionale, la società toscana ha sollevato la prestigiosa coppa ricevendola dalle mani di Pierino Romagnolo consigliere di Asm Set.
Siena (328 punti) ha preceduto i veneziani di Scaltenigo (266) e Spinea (259), quarto lAzzurra (239), quinta Pesaro (197) e sesti i padroni di casa dello Skating Rovigo (192) con presenti 63 club da tutta Italia, Sardegna e Sicilia comprese. Il premio fair play è stato assegnato allOlimpiade Siracusa.
Il Pattinodromo delle Rose Adriatic LNG è stato costantemente gremito al pari dellarea hospitality che ha visto la partecipazione dellEnte Parco del Delta e numerose sono state le autorità alternatesi, dal presidente provinciale del Coni Lucio Taschin a quello del Panathlon Gianpaolo Milan, sino allassessore comunale allo Sport Luigi Paulon che ha presenziato in vari momenti come i responsabili della Federpattinaggio Antonio Grotto, Giovanni Spagna e Roberto Zanforlin. Altissimo il livello tecnico della gare. Al mattino Giovanissimi ed Esordienti in pista piana, R12, Ragazzi e Master in sopraelevata; al pomeriggio Allievi, Junior e Senior sulla velocissima sopraelevata perfettamente illuminata per le ultime due gare. In totale più di 500 pattinatori.
Oltre al successo organizzativo (palco esterno e nuove strutture allestite, diretta Facebook, area camper nella zona Palasport grazie al Comune), giuria da applausi ed cronometristi veneziani efficaci, lo Skating Club Rovigo ha gioito anche per i risultati dei proprio atleti. Tra questi il sesto di Marco Giandoso negli Esordienti, idem Filippo Santato nei 5000 Ragazzi, il successo di Desiana Caniatti nelle Master con Paolo Campi quarto e Luca Lavezzi nono nei maschi; il terzo posto di Benedetta Rossini nei 500 sprint Senior; mentre Nicolò Greguoldo ha vinto unemozionante finale dei 500 sprint Senior. Insomma, un vero e proprio successo per lo Skating Club Rovigo che ha così messo in archivio la seconda delle cinque tappe dellItalian Inline Tour che si concluderà il 2 giugno a Siena.

 

--------------

Nella finestrella "EVENTI" tutte le informazioni e le convenzioni per la gara.

Questo il regolamento:http://attivita.fihp.org/corsa/moduloRichiestaGara.php?idManifestazione=3510

 

Fantato rid