slide image

Medaglie italiane e mondiali: super

Titolo italiano sfiorato ai Campionati Italiani su strada ad Asiago. Grandissima l’ascesa di Mattia Diamanti, che dopo una fase di qualificazione davvero impegnativa è risuscito a piazzarsi sul secondo gradino del podio nella 100 metri in corsia, categoria Senior, gara di velocità pura, con il tempo di 10.630, alle spalle di Riccardo Passarotto (ASD Settempeda, 10.520), Per quanto riguarda gli altri Senior, Giovanni Arzenton è uscito agli ottavi (quindicesima posizione in classifica finale, tempo 11.183), mentre Valentino Bressan nella prima...
Leggi tutto..

slide image

Gavello: terza scuola fuori città

2018 con grandi novità sul piano sportivo a Gavello: partirà martedì 9 gennaio il corso di pattinaggio in linea proposto dallo Skating Club Rovigo. I corsi, realizzati in collaborazione con la Polisportiva Csi, si terranno due volte la settimana, il martedì ed il venerdì, dalle ore 16,30 alle 17,30, all’interno della tensostruttura nell’area sportiva di via Pietro Nenni, offrendo a bambini e ragazzi una nuova opportunità per praticare sport in paese. Infatti l’attività è possibile dai 4 anni in poi...
Leggi tutto..

slide image

Passarotto è tornato a casa

Bentornato Riccardo Passarotto! Tutto lo Skating Club Rovigo è orgoglioso di avere nuovamente in veste verdeblù Riccardo Passarotto, che nella stagione 2018 scenderà in pista nella categoria Senior a fianco del già consolidato trittico composto dall'azzurro Mattia Diamanti, dal veterano Valentino Bressan e dal promettente Giovanni Arzenton. Quartetto che ora attende il rientro trai ranghi del veronese Lorenzo Cabrini che si sta destreggiando con l'inizio dell'Università a Brescia. Cresce così la squadra che si allena costantemente nelle tre piste del Pattinodromo...
Leggi tutto..

Bene Santato e i super master

PDFStampaE-mail

Domenica 04 Giugno 2017 19:13

 

Rush finale per l’attività agonistica dello Skating Club Rovigo. Sabato e domenica scorsi (14 e 15 ottobre) si è svolta San Nicolò a Tordino (Teramo) la finalissima dei circuiti, una competizione nazionale suddivisa in tre delegazioni extraregionali: il nord-ovest facente parte del cosiddetto CNO, il nord est con il GPG ed il centro e sud Italia con il CCI. Inarrivabile come ormai di consueto nell’ultimo lustro il CNO (con 433 punti in classifica finale), con secondo il GPG (317) e terzo il CCI (309). Della delegazione GPG ha partecipato dello Skating Club Rovigo Filippo Santato (cat. Ragazzi), mentre l’altra qualificata Matilde Crivellari, non ha potuto prendere parte alla prestigiosa trasferta a causa di sintomi influenzali proprio il giorno antecedente alla partenza.

Sul fronte master, altro impegno per l’ormai consolidata coppia Desiana Caniatti e Paolo campi, di scena questa tornata alla Ultraroller di Castellon de la Plana, vicino a Valencia, in Spagna. Una 100 km molto dura dove i due portabandiera verdeblù hanno gareggiato in classifica unica con la categoria Senior. Il percorso si è articolato in un circuito di circa 8 km con molteplici curve in ambo le direzioni che hanno cagionato problematiche muscolari e indolenzimento ai piedi a causa delle condizioni dell’asfalto, senza comunque mai mollare. Risultato finale che conta una settima posizione per Desiana Caniatti, sedicesima per Paolo Campi. “Siamo orgogliosi nonostante tutto in quanto siamo gli unici ad aver portato a termine due gare di 100 km nel giro di quattro mesi, dato che in giugno abbiamo partecipato anche alla Rollathlon in Francia”. Con questa trasferta spagnola, la master ferrarese da più di un anno nelle fila dello Skating Club Rovigo ha scalato inoltre la classifica femminile del Pro Roller Tour Mondiale, passando in 24esima posizione su 350.

Infine, quanto alle attività non agonistiche, bellissima manifestazione quella che ha reso protagonisti una quarantina di pattinatori domenica 15 lungo le vie del centro cittadino. All’interno della manifestazione IT.A.CA, il festival del turismo responsabile, nella domenica d’autunno del FAI, grazie al supporto della Fondazione Banca del Monte e a preziose e preparate guide Irene Malin e Nicolò Franco si è compiuta una passeggiata sui pattini nella storia della Rovigo medievale e sul “Percorso Milani”, riscoprendo il gusto storico della città delle rose e di uno dei maggiori esponenti artistici del capoluogo polesano. Esperienza da ripetere.

 

filippo santato mena castagnaro 2017 min

 

Un "Diamante" sempre più prezioso

PDFStampaE-mail

Lunedì 24 Aprile 2017 18:41

 

Tornato dalla ventinovesima edizione estiva delle Universiadi, svoltasi a Taipei dal 18 al 30 agosto, la manifestazione maxima per gli atleti che mixano la carriera sportiva con quella universitaria, Mattia Diamanti arricchisce ancora una volta lo Skating Club Rovigo di un’esperienza internazionale riconfermandosi tra i migliori atleti in Italia. L’alfiere verdeblu ha gareggiato, nei 300 metri a cronometro centrando l’ottava posizione con il tempo di 25.262, nei 500 sprint (settimo tempo con 41.539), nella staffetta americana (quinto assieme ai compagni Alessio Iacono, Giuseppe Bramante e Cristian Sartorato) per concludere poi con la maratona.

Iscritto all’Università di Padova, facoltà di Ingegneria chimica e dei materiali, all’ultimo anno di corso, il ventiduenne atleta centra di anno in anno brillanti risultati anche nello sport tra i quali già dieci titoli  nazionali e due europei.

Come giudichi quest’annata sportiva?

E’ stato un anno di alti e bassi, dovuti soprattutto ad intensi periodi di studio, propedeutici peraltro alla partecipazione alle Universiadi. Stagione comunque soddisfacente per i tre podi centrati ai Campionati italiani (due argenti ed un bronzo negli ultimi campionati italiani di Asiago ed Altececcato) e la vittoria sul giro lanciato al Memorial Ponzetti, con record della pista proprio in casa.

Quali difficoltà, se ci sono, incontri mixando studio ed allenamenti ad alti livelli.

Sono tante le difficoltà in quanto devi saperti organizzare con i ritmi dello studio e delle lezioni ai quali dedico tante ore. Il pattinaggio resta comunque una valvola di sfogo, pur non essendo sempre facile dopo intense ore di studio e restare ad “alti livelli di allenamento” che talvolta constano anche di due sessioni al giorno.

Tutto ciò crea un gap con i tuoi concorrenti?

E’ fisiologico, ma lo studio per me ha la priorità. Scontrarsi con atleti che si dedicano a tempo pieno agli allenamenti crea certamente delle disparità.

Cosa spinge un giovane a restare nel mondo dello sport?

A mio avviso è un ottimo ambiente che mi permette di crescere a livello personale e di salute, si ha maggiore interazione con i tuoi compagni, crea spirito di squadra e resta una valvola di sfogo, insegna che nella vita nessuno ti regala nulla e te la devi sudare per arrivare al meglio, lottando ogni giorno.

Cosa ti porti a casa dalle universiadi?

E’ stata la più bella esperienza di tutta la mia vita. Sono riuscito a confrontarmi con atleti che hanno il mio stesso obiettivo, ossia avere la mentalità dello “studente universitario”. Ho avuto l’onore di parlare con certi campioni che vedi solo in tv con i quali confrontare le proprie idee. C’era un clima stupendo, ed essere arrivato qui è la mia migliore soddisfazione.

Rivolgendoci ora a Roberta Ponzetti, responsabile tecnico dello Skating Club Rovigo, come vedi Mattia?

Un bravo atleta, disponibile al confronto, sempre pronto al sacrificio e anche altruista e impegnato nella crescita dei compagni di squadra. Bell'atleta e bella persona. Atleta nel vero senso della parola che ha preso lo sport per ciò che può dare per la crescita e la formazione della persona.

Mattia Diamanti nella cronometro su pista

  

 

 
 

Memorial Ponzetti, terzo sigillo di Siena

PDFStampaE-mail

Martedì 18 Aprile 2017 19:14

Il Mens San Siena ha vinto il 32. Memorial nazionale Arturo Ponzetti – Coppa Asm Set. La società campione d’Italia ha così posto il terzo sigillo consecutivo sulla prestigiosa manifestazione di pattinaggio corsa disputata nello splendido scenario delle piste del Pattinodromo delle Rose Adriatic Lng. Alle spalle dei toscani, vincitori con 484 punti i veneziani dl Gs Scaltenigo con 262, solo 2 in più dello Skating Club Rovigo giunto eccellentemente terzo con 260 punti seguito dai marchigiani del Settempeda (249) e dagli abruzzesi del Domenico Bosica (233).

Il Trofeo è stato consegnato dalla presidente di Asm Set, Cristina Folchini affiancata dal presidente dello Skating Rovigo Federico Saccardin al termine di una giornata di gare intense e spettacolari e che ha visto il Pattinodromo delle Rose Adriatic LNG pullulare di atleti, dirigenti, allenatori e pubblico con non meno di 3000-3500 persone. Ricco il parterre delle autorità, dall’assessore regionale alloo Sport, Cristiano Corazzari a quello comunale Luigi Paulon, il comandante della base di terra di Adriatic Lng, Adriano Gambetta, il fiduciario provinciale del Coni, Lucio Taschin, e Paolo Rondina in rappresentanza del Panathlon Club il quale ha consegnato il premio Fair play all’atleta argentina Ailin Aymara Iori (Club Cermon del Josè Buenos Aires). Le gare sono state chiuse dall’eliminazione Senior vinta dai marchigiani Andrea Angeletti e Beatrice Fausti, mentre nei Master successo della rodigina Desiana Caniatti e del torinese Simone Giaccaglia.

E' stato l'ennesimo successo sportivo e di partecipazione. La splendida giornata di sole, tipicamente primaverile, ha agevolato gli oltre 500 pattinatori, che fin dalle prime ore del mattino hanno calcato la splendida pista del Pattinodromo delle Rose Adriatic Lng. Il via subito dopo le 9, il termine ad ora di cena. I padroni di casa dello Skating Club Rovigo si sono messi in luce con l'atleta di punta, Mattia Diamanti, il quale ha ben impressionato il Ct della nazionale italiana di pattinaggio in linea, Massimiliano Presti, presente come ogni anno all'importante evento, inserito nel circuito Italian Inline Tour, Trofeo Ingom. La gara di Rovigo segue quella di Bologna e precede di un giorno quella in programma oggi a Ferrara. Si conclude a Siena. Queste le classifiche (i primi tre di ciascuna categoria): Giovanissimi 1 Femminile 400 metri: Ludovica Ceroni (Settempeda Macerata), Sara Scotto (Pattinatori Piombinesi), Miriam Nafti (Scaltenigo); Giovanissimi 1 Maschile 400 metri Juri Levorato (Scaltenigo), Tommaso Marzuchi (Mens Sana Siena), Alessandro Mori (Riviera delle Palme Ascoli Piceno); Giovanissimi 2 400 metri Femminile Matilde Crivellari (Skating Club Rovigo), Aurora Bertola (Scaltenigo), Paola Sofia Chiumento (Mens Sana Siena); Giovanissimi 2 400 metri Maschile Jacopo Crognaletti (Settempeda), Mattia Pappalardo (Pattinatori Siracusa), Daniele Ferrarini (Pattinatori San Siro); Esordienti 1 Femminile 600 metri Emma Meucci (Mens Sana Siena), Rita De Gianni (Mens Sana), Matilde Cherubini (Mens Sana); Esordienti 1 Maschile 600 metri Marco Pieraccini (Mens Sana), Andrea De Paola (Roller Green Ascoli Piceno), Gaetano De Luca (Gruppo Rotellistico Studium Sassari); Esordienti 2 Femminile 600 metri Aurora Susani (Libertas Porcia), Erminia Rutilo (Mens Sana), Alessia Vivaldi (Pattinaggio Legnago); Esordienti 2 600 metri Maschile Francesco Bertolo (Roller Porcia), Federico Tumani (Roller Senigallia), Massimiliano Romairone (Gp Savone); Ragazzi 200 metri Femminile Ilaria Carrer (Pattinatori Casier), Lucrezia Vitale (Savona in Line), Sofia Crippa (Skating Concorezzo); Ragazzi 1.500 femminile Ilaria Carrer (Casier), Lucrezia Vitale (Savona); Sofia Crippa (Concorezzo); Ragazzi 300 metri Maschile Giosuè Neve (Roller Green), Filippo Santato (Skating Club Rovigo), Alberto Salino (San Mauro Torinese); Ragazzi 1.500 metri Maschile Leonardo De Angelis (Rolling Pattinatori Teramo), Filippo Santato (Skating Club Rovigo), Michel Falaschi (Road Runners Chiaravalle). Nel giro (200 metri) lanciato Mattia Diamanti mette in fila tutti con lo strepitoso tempo di 14"601, compresi il rodigino Riccardo Passarotto e il portovirese Nicolò Greguoldo. Nella 5.000 metri eliminazione diretta Allievi femminile Sofia Biagi (Pattinatori Piombinesi), Elisa Scassellati (Fortitudo Fabbriano), Giulia Serena (Casier).  Le gare sono state chiuse dall’eliminazione Senior vinta dai marchigiani Andrea Angeletti e Beatrice Fausti, mentre nei Master successo della rodigina Desiana Caniatti e del torinese Simone Giaccaglia.

 

--------------

Nella finestrella "EVENTI" tutte le informazioni e le convenzioni per la gara.

Questo il regolamento:

http://attivita.fihp.org/corsa/moduloRichiestaGara.php?

idManifestazione=3266

 

Fantato rid